Consigli utili: iCAKE

07.01.2018

Oggi parliamo di un classico.. il tipico dolce che usate come asso nella manica: i CAKE! O meglio, la torta margherita oppure il ciambellone.

Vi insegnerò come essere indipendenti nel creare la vostra ricetta in base al vostro gusto; vi spiego meglio. (continua dopo la foto) 

Intanto iniziamo dicendo che questa categoria di torte preferisco chiamarla CAKE, con questo nome intendo quelle masse compatte contenenti del grasso e del baking (lievito) per favorirne l'alveolatura. Diciamo che questa categoria di torte è vicina al pan di spagna ma lontana allo stesso tempo, scopriamo il perchè. 

Ci sono due diversi tipi di montate che caratterizzano i cake:

MONTATA A UOVA: Il risultato ottenuto è molto simile al pan di spagna, ma si parte montando le uova con lo zucchero, o separatamente albumi e tuorli con zucchero; poi si procede con i grassi e le farine.

MONTATA A BURRO: Il risultato ottenuto è molto simile alla classica torta margherita, ma si parte montando il burro con lo zucchero; poi si procede con le uova e le farine.

INGREDIENTI:

UOVA: Si possono utilizzare uova intere, oppure solo albumi o solo tuorli. I tuorli danno grasso all'impasto, gli albumi danno aria quindi le nostre cake saranno più gonfie. La percentuale di uova in 1 kg di impasto va dal 20 al 30 %.

ZUCCHERI: Si può utilizzare lo zucchero semolato oppure lo zucchero a velo, ma anche il miele. Nel caso in cui utilizzate gli zuccheri, la percentuale su 1 kg di impasto va dal 20 al 35 % , nel caso usate il miele la percentuale è del 15%.

FARINA: Si usa, solitamente, la farina 00 e per quanto riguarda la percentuale da aggiungere ad 1 kg di impasto varia dal 20 al 30 %.

BAKING: Il lievito va aggiunto 10 g ogni kg di impasto.

BURRO: Nelle masse montate a burro la percentuale da utilizzare su 1 kg è tra il 25 e il 30 %, per quelle montate ad uova invece la percentuale varia dal 15 al 25 %.

Ci sono degli elementi aggiuntivi:

AMIDI O FECOLA: Si possono utilizzare l'amido di riso, la fecola di patate o l'amido di mais e possono essere sostituiti fino a metà del peso della farina.

CACAO: Si può sostituire fino al 15% del peso della farina.

CIOCCOLATO FONDENTE: Può essere aggiunto un massimo di 300 g su 1 kg di farina.

POLVERE DI FRUTTA SECCA: Va aggiunta alla farina e il suo peso non deve superare quello dello zucchero; ogni 300 g di frutta secca in polvere vanno tolti 100 g di farina.

PASTA DI FRUTTA SECCA: Va aggiunta fino a metà rispetto al peso dello zucchero e rende più grasso l'impasto.

OLI: Possono essere aggiunti alla fine dell'impasto (soprattutto nelle montate a base di uova) per rendere i cake più soffici. La percentuale è del 15% su 1 kg di impasto.

Adesso avete le carte in mano per creare i vostri cake senza bisogno di guardare la ricetta già esistente su internet.

ESEMPIO DI CAKE AL CIOCCOLATO:

270 g di uova 

280 g di zucchero semolato

280 g di farina 00 (che trasformo in: 90 g di amido di riso per renderlo più soffice; 90 g di cacao amaro; 100 g farina 00)

10 g di baking (lievito)

270 g di burro

Ci tengo a precisare che non ho inventato nulla di tutto quello che ho scritto e non intendo neanche prendermi meriti che non mi appartengono. Ciò che avete letto è frutto di un corso che ho seguito, degli studi che ho fatto sui cake e molto altro che avrete l'opportunità di conoscere se seguirete i miei ariticoli.

Giulia Anzivino.

Spero che quest'articolo vi sia piaciuto, grazie per averlo letto fino a qui. Lasciatemi un commento per qualsiasi domanda o delucidazione.

PUOI SEGUIRMI SUI SOCIAL PER RIMANERE AGGIORNATO SUGLI ULTIMI AGGIORNAMENTI!

FACEBOOK: Sweet tasty

YOUTUBE: Sweet Tasty

INSTAGRAM: sweettastyreal

Giulia Anzivino , la prima Sweet Blogger italiana. 

DOVE TROVARE LE TORTIERE PER I VOSTRI CAKE?

LE NOSTRE CREAZIONI


VEDI ANCHE..

 

Tegolette

21.05.2020

Simili alle classiche merendine, le tegolette sono ottime come colazione o merenda e, sono soprattutto genuine. Non c'è niente di meglio che realizzare delle merendine home made senza conservanti o additivi come i classici prodotti da supermercato, per carità deliziosi, ma non rinuncio mai ad un ottima alternativa casalinga.

Vi ho già svelato la mia gustosa ricetta della cheesecake cotta, così ho deciso di dilettarmi anche con la ricetta della cheesecake fredda; attenzione però! Non ho usato la colla di pesce perchè molti di voi non la amano, anche se nel gusto del dolce (se dosata bene) non si sente per nulla.