Arancini dolci

24.04.2020

Arancino o Arancina? Queste sono le polemiche in Sicilia.

A Palermo lo chiamano ARANCINA, con una forma arrotonata; al contrario a Catania lo chiamiamo ARANCINO, con una forma a punta, il classico arancino al sugo usualmente ha questa forma ma per gli altri gusti invece teniamo fede alla forma rotonda: ma in tutta la sicilia vengono però definiti "e palle e riso".

L'arancino ha origine ai tempi degli Arabi, tra il IX e l'XI secolo, i quali avevano l'abitudine di appallottolare il riso e poi condirlo con carne di agnello; tendevano a chiamare tutte le loro polpette con un nome che ricordasse un frutto, ecco il nome ARANCINO che viene dal nome ARANCIA, frutto il quale la Sicilia è ricca.

Dosi per 4 arancini di media dimensione.

Preferibilmente conservateli quando ancora non sono fritti, in frigo per un massimo di 3 giorni, così di friggerli nel momento in cui volete mangiarli.

INGREDIENTI:

250 g riso carnaroli (al supermercato: riso riserva gallo carnaroli)

500 ml latte parzialmente scremato

25 g zucchero semolato

200 ml acqua

100 g farina 00

200 g pan grattato

nutella q.b.

crema pistacchio q.b.

olio di semi di girasole q.b.

PROCEDIMENTO: 

  • iniziate mettendo in un pentolino latte e zucchero;
  • versategli il riso e mescolate con un cucchiaio di legno finchè non si assorbe completamente il latte;
  • adesso versate il riso cotto in un recipiente e appiattitelo in modo tale da farlo raffreddare e ponetelo in frigo per circa 30 minuti;
  • nel frattempo in un recipiente unite la farina con l'acqua, mescolate e mettete da parte;
  • allo stesso modo mettete in un recipiente il pan grattato e mettete da parte;
  • a questo punto uscite il riso dal frigo e iniziate a comporre il vostro arancino, formando sul palmo della mano una conca con il riso e versate nel suo interno la nutella o la crema di pistacchio, aggiungete altro riso sopra quest'ultimo e formate una palla;
  • adesso immergetelo nel composto di farina e acqua;
  • ora nel pan grattato;
  • fate riscaldare l'olio abbondante in una padella o in una pentola;
  • quando sarà caldo immergete l'arancino finchè non risulta con una crosta dorata;
  • i vostri arancini sono pronti e potete gustarli!

Giulia Anzivino , la prima Sweet Blogger italiana.

VIDEO RICETTA

LE NOSTRE CREAZIONI

VEDI ANCHE..

 

Tegolette

21.05.2020

Simili alle classiche merendine, le tegolette sono ottime come colazione o merenda e, sono soprattutto genuine. Non c'è niente di meglio che realizzare delle merendine home made senza conservanti o additivi come i classici prodotti da supermercato, per carità deliziosi, ma non rinuncio mai ad un ottima alternativa casalinga.

Vi ho già svelato la mia gustosa ricetta della cheesecake cotta, così ho deciso di dilettarmi anche con la ricetta della cheesecake fredda; attenzione però! Non ho usato la colla di pesce perchè molti di voi non la amano, anche se nel gusto del dolce (se dosata bene) non si sente per nulla.